• +39 0547 075265
  • +39 331 8244620

Itinerari di viaggio, pacchetti personalizzati, eventi e occasioni da non perdere. Scopri con noi il meraviglioso territorio di Forlì.

FORLI’ CITTA’ D’ARTE, STORIA E MONUMENTI

 

Un concentrato di cultura: rocche e fortezze tutte da scoprire, i luoghi da visitare e la storia da conoscere; un viaggio nei secoli passati tra le testimonianze che la storia ci ha lasciato.

Forlì, posta al centro della Romagna (come lo stesso Dante indica nel De Vulgari Eloquentia), ai piedi del Preappennino Tosco-Romagnolo e non distante dalla riviera adriatica, pare fosse abitata già durante il Neolitico (come dimostrano numerosi ritrovamenti), anche se la nascita vera e propria del castrum viene fatta risalire al 188 a.C.
La sua fondazione è attribuita a Gaio Livio Salinatore, da cui prende il nome: Forum Livii (la città di Livio) -> Forlì.

E’ città del Duce nel ‘900 e, dopo secoli di storia, la città arriva ad essere nota anche con il nome di Zitadòn, ossia il “cittadone” per essere a lungo stata la città più popolosa della Romagna, poi superata da Ravenna.

Oggi Forlì è capoluogo della provincia di Forlì-Cesena e va citata soprattutto per la ricchezza artistica e architettonica che conserva. d

Durante un soggiorno a Forlì non può assolutamente mancare un tour tra i suoi monumenti, tra cui ricordiamo le numerose architetture religiose: Abbazia di San Mercuriale, il cui campanile è considerato simbolo della città; Cattedrale di Santa Croce, Duomo della città e sede del Vescovo della diocesi di Forlì-Bertinoro; Basilica di San Pellegrino, che ospita le spoglie di San Pellegrino Laziosi; Chiesa del Carmine, celebre per il bellissimo portale in marmo risalente al XV secolo; decine di altre chiese.

A queste si aggiungono le architetture civili; case e palazzi storici che mostrano ancora, intatti, i particolari di un’arte sopravvissuta nel tempo; le costruzioni militari come i resti della cinta muraria (adesso quasi del tutto rasa al suolo) e Porta Schiavonia, l’unica delle porte di accesso alla città rimasta in piedi; piazze e corsi storici e aree naturali per una sosta di relax, tra cui ricordiamo i più grandi parchi pubblici: Parco di via Dragoni, Parco della Resistenza e Parco Urbano Franco Agosto.

Forlì ospita anche, oltre al Cimitero Monumentale, il cimitero degli indiani e il cimiteri degli inglesi.

La città romagnola, inoltre, è particolarmente ricca di musei e teatri: Musei di San Domenico, Pinacoteca Civica, Palazzo Romagnoli (che ospita la Collezione Verzocchi), Palazzo del Merenda (all’interno del quale possiamo trovare il Museo della ceramica, l'Armeria Albicini e l'Archivio Piancastelli), Museo Archeologico Antonio Santarelli, Museo Etnografico, Museo del Risorgimento, Museo romagnolo del Teatro, Museo Storico "Dante Foschi", Casa Museo "Villa Saffi", Museo Ornitologico "Ferrante Foschi" e ancora Teatro Diego Fabbri, Teatro San Luigi, Teatro Giovanni Testori, Teatro Il Piccolo, Teatro dell'Arca.